domenica 15 settembre 2019

Ovis mollis - frolla con tuorli sodi


Non si percepisce la friabilità di questi biscottini, perfetti e particolari trovati nel blog della mitica anice e cannella, l'unica cosa da tenere presente è che vanno fatti e poi dimenticati per 3 giorni.

Alcuni ho visto che mettono la fecola, altri no, mi sono voluta fidare di lei.

Ingredienti:
150 gr di farina 00 (meglio se a scarso contenuto proteico)
 100 gr di burro di ottima qualità
50 gr di zucchero zefiro
3 tuorli sodi
scorza di limone
1 pizzico di sale
cioccolato fondente


Bollire 3 uova e poi ricavare i tuorli.

Impastare gli ingredienti sabbiando burro e farina.
Aggiungere poi i tuorli d'uovo assolutamente passati al setaccio e aromatizzare con buccia di arancia o limone grattugiata. 
Aggiungere il resto degli ingredienti e impastare velocemente compattando il tutto.


Fare riposare la pasta in frigo almeno 1 ora e ricavarne poi dei bastoncini di dimensioni più o meno uguali circa 7/8 cm.

Poggiarli nella placca coperta da carta forno e metterli ancora in frigo almeno 1 ora.

Infornare e cuocere una decina di minuti a 180°, togliendoli quando iniziano a colorirsi anche se sono ancora morbidi

Non appena saranno ben freddi, ma anche il giorno dopo perché sono delicatissimi, passarli nel cioccolato fondente sciolto a bagnomaria

Metteteli in una biscottiera e dimenticateveli per almeno 3 giorni, migliorano col tempo

martedì 10 settembre 2019

Cocktail di gamberi


Semplicissimo, vintage ma sempre gustoso.
Un mio trucco per renderlo un gusto più buono e meno piatto è di aggiungere un po' di succo di limone, verrà un sapore più vivace e meno dolciastro.


Ingredienti:
circa 500 gr di gamberi
1 dose di maionese
4/5 cucchiai di ketchup
circa 1 cucchiaio di succo di limone


Pulire i gamberi dal filetto nero e quindi sgusciarli, bollirli per 2/3 minuti.
Unirli alla maionese e al ketchup, assaggiare aggiustando con il succo di limone.

Prepararli qualche ora prima

venerdì 6 settembre 2019

Maionese home made


Ricetta che fa sempre mio babbo, soprattutto quando prepara il vitel tonnè con aggiunta di tonno.

Ingredienti:
1 uovo a temperatura ambiente
1 cucchiaio di limone
sale
200 ml di olio di girasole
250 gr o 220 gr di olio di oliva

Inserire nel bicchiere del minipimer in quest'ordine (è importante per la riuscita)
l'uovo, il limone e il sale.
Mettere l'olio e inserire il minipimer spento che deve toccare il fondo.
(il mio accessorio è quello per montare che è tondo liscio, senza scanalature o buchi)

Accenderlo e dopo pochi secondi cambierà rumore, si potrà muovere se e giù un paio di volte.

La maionese è pronta!

giovedì 29 agosto 2019

Spezzatino con patate



Ricetta classica ma sempre buonissima
personalmente mi piace molto con il burro al posto dell'olio ma non tutti gradiscono

Ingredienti:
soffritto carote cipolla e sedano
carne di manzo per spezzatino
farina
vino bianco
pomodoro
concentrato di pomodoro
acqua dado
patate
rosmarino

Fare andare il soffritto con sedano carote e cipolla e dado.
Nel frattempo infarinare la carne e farla rosolare bene, quando è rosolata sfumare con vino, far evaporare.
Aggiungere pomodoro acqua, concentrato e rosmarino, verso la fine regolare di sale e pepe.

Cuocere per 1 ora e 15 minuti coperto a fuoco basso poi aggiungere patate e far andare per altri 45 minuti ancora



giovedì 22 agosto 2019

Verdure gratinate



Questo è un contorno tipico delle mie zone. Si usano più di tutti fare i pomodori in questo modo.

Finalmente dopo anni sono riuscita a fare le verdure gratinate come vanno fatte.
Ho capito il segreto...che poi è quello che mi ha sempre detto mia mamma...l'olio!
Se vuoi fare le cose buone, ne devi aggiungere quanto ne serve...


Ne faccio tante e poi le congelo, mi trovo bene a fare così.

Ingredienti:
peperoni
melanzane
cipolle
patate
pomodori
zucchine
sale pepe
prezzemolo/basilico
olio
pangrattato
grana


Preparare il composto unendo pane grattugiato, sale pepe grana prezzemolo e olio, quanto basta da far venire un composto sabbioso ma unto, non asciutto.

Tagliare tutti i tipi di verdura che volete cercando di mantenere delle fette non troppo spesse.

Metterle su carta da forno unta con olio, sistemare le verdure, sale pepe e spennellare con olio. 
Aggiungere il composto e irrorare ancora con un filetto di olio.

Mettere a gratinare per circa 25/30 minuti a 200°




martedì 6 agosto 2019

Polpette di zucchine



La ricetta non ricordo più dove l'ho presa, mi ricordo che era da internet ma nient'altro.
Comunque ricordo che erano davvero buonissime.


Ingredienti:
700 gr di zucchine in padella
70 gr di pangrattato
1 fetta di pane ammollato
menta
sale pepe
80 gr di grana
2 uova


Saltare le zucchine in padella fino a farle appassire.
In una ciotola mescolare le zucchine, il pane, il pangrattato, il grana, le uova, la menta tritata e sistemare il sale e pepe.
Formare le polpette e poi passarle nel pangrattato.

Si possono friggere ma io preferisco cuocerle al forno con un filo di olio e sale
a 200 ° per 25 minuti.

lunedì 22 luglio 2019

Torta magica al cioccolato


Si vedono i tre strati? Questa ricetta è sempre gradita da tutti, super golosa e veloce, ha anche gli ingredienti facilmente reperibili in casa.
Tempo fa andava di moda questa ricetta, l'avevo già provata parecchie volte, anche senza cioccolato ma bianca ed era ugualmente buona.


Se fate la torta in versione bianca, aggiungete la scorza del limone per togliere il sapore dell'uovo

Ingredienti:
Cacao amaro in polvere 50 gr
Farina 00 65 gr
Acqua (fredda) 10 gr 
Latte intero (tiepido) 500 ml 
Uova (medie, a temperatura ambiente) 4 
Estratto di vaniglia 10 gr 
Zucchero 150 gr
Burro 125 gr
Succo di limone 5 gr 
Sale fino 1 pizzico

Fondere il burro in un pentolino senza farlo bollire e poi farlo freddare.

Dividere gli albumi dai tuorli, in una ciotola aggiungere i tuorli e lo zucchero e montare con le fruste elettriche per almeno 10 minuti, fino a quando non sarà bianco e spumoso.
Quindi sempre sbattendo, unire anche un cucchiaio di acqua fredda, il sale e un cucchiaio di estratto di vaniglia.
Aggiungere poi il burro fatto freddare e sbattere per qualche altro minuto.

Aggiungere poi le polveri setacciate.
E il latte tiepido piano piano in modo che non faccia grumi.

Ora montare a neve non troppo ferma gli albumi con un goccino di succo di limone e incorporarli al composto cercando di non smontarli.

L'impasto finale sarà parecchio liquido, imburrare o coprire con carta da forno uno stampo 20x20 e rovesciarci l'impasto.

Cuocere in forno  a 150° per circa 1 ora e 20 oppure 50/55 minuti a 130° ventilato.
Verificare la cottura con uno stecchino, la superficie deve essere ben dorata.

Far freddare a temperatura ambiente e poi in frigo almeno un paio di ore coperta con pellicola.
Tagliare a cubotti con un coltello a lama liscia.

Si conserva ben chiusa per 3 giorni e si può anche congelare già tagliata a cubetti.

giovedì 13 giugno 2019

Pane ciabatta con lievito madre



Ho trovato la ricetta su il crudo e il cotto
è presente anche la video ricetta che consiglio di guardare

(per circa 9 piccole ciabattine o 2 ciabatte grandi)
Ingredienti:
Per il poolish
70 g di farina 280W
70 g di acqua
20 g di pasta madre rinfrescata e matura (oppure 1g di lievito di birra)
Per l’impasto finale
500 g di farina 280W
400 g di acqua
10 g di malto o miele
11 g di sale


Per prima cosa preparate il poolish
 in una ciotola versate l’acqua, la pasta madre spezzettata (mi raccomando deve essere stata prima rinfrescata e deve essere “matura” quindi passate le 3-4 ore dal rinfresco), e girate molto bene per sciogliere tutto.
Aggiungete la farina e mescolate bene fino a creare una sorta di cremina.
Coprite con una pellicola, praticate un piccolissimo foro con la punta di un coltello, e lasciate a riposare per circa 12h.
Il poolish sarà pronto quando noterete al centro un piccolo cedimento e noterete anche che tutte le bollicine che si sono formate in superficie iniziano a scomparire.


A quel punto cominciate con l’impasto
versate la farina nell’ impastatrice con la foglia e aggiungete 1/3 circa dell’acqua.
Fate impastare 30 secondi per dare modo alla farina di assorbire l’acqua e poi iniziate ad aggiungere il resto dell’acqua a piccole dosi, aspettando sempre che quella precedente sia assorbita.
Alla fine vi ritroverete con un impasto molto denso e appiccicoso che ha l’aspetto di una pastella. Spegnete la macchina, coprite il tutto con un panno e lasciate riposare 40 minuti (autolisi).


Trascorso questo tempo, versate nel vostro poolish il miele e mischiate molto bene.
Aggiungetelo all’impasto e cominciate nuovamente ad impastare sempre con la foglia ad alta velocità. Quando l’impasto inzierà a rassodare e il poolish sarà stato completamente assorbito, aggiungete anche il sale.


Impastate con la foglia ad alta velocità fino a quando l’impasto non si staccherà dalle pareti della ciotola lasciandole pulite. Fermate la macchina e sostituite la foglia con il gancio. Riprendete ad impastare  per qualche minuto sempre a velocità sostenuta fino a quando le pareti della ciotola non saranno nuovamente perfettamente pulite. L’impasto dovrà essere sodo ma elastico come una gomma e dovrà formare il “velo”

Mettetelo a lievitare in un contenitore leggermente unto e segnate il livello all’esterno con un pezzo di nastro.
Quando l’impasto sarà triplicato rispetto al livello inziale (ci vorranno dalle 6 alle 12 ore a seconda della temperatura) versatelo su una spianatoia abbondantemente infarinata e infarinate anche l’impasto.

Con un tarocco infarinato fate le pezzature aiutandovi sempre con il tarocco a trasferirle e muovere sul piano, cercando di toccare l’impasto il meno possibile e soprattutto evitando di “capovolgere” i pezzi di impasto che dovranno rimanere nello stesso “verso” in cui li avete tagliati.

Una volta ottenuti tutti i pezzi, sgonfiateli leggermente e delicatamente con i polpastrelli e lasciate a lievitare coperti da un telo fino a quando saranno pronti. Ci vorranno da 1 a 3h. Per capire se sono pronti basta schiacciarli leggermente con un dito, se l’impronta ritorna su e scompare velocemente allora siete pronti per infornare.

Accendete il forno a 250° mettendo sia la teglia che un pentolino pieno d’acqua per creare vapore.
Quando è in temperatura estraete la teglia rovente, disponente sopra un foglio di carta forno e poggiateci sopra le vostre ciabatte avendo però l’attenzione di girarle sottosopra rispetto a come stavano lievitando: questo garantirà una migliore alveolatura e ridistribuzione dei gas all’interno dell’impasto.


I tempi di cottura ovviamente variano a seconda di quanto sono grandi i vostri pezzi. Per le ciabattine io faccio 250° per 15 minuti con vapore, e poi 200° per altri 15 minuti senza vapore e con sportello aperto.

Se i vostri pezzi sono più grandi vi consiglio di aumentare i tempi ma tenere comunque sempre invariate le proporzioni e le temperature.


Lasciate raffreddare su una griglia oppure in verticale contro una parete