martedì 26 giugno 2018

Segreto per avere una panna montata ferma e idee per colorarla




Per tanto tempo quando dovevo decorare una torta usavo la 
panna vegetale, ma diciamocelo, non ha lo stesso sapore di quella fresca.

Ho trovato qualche consiglio (testato da me) che funziona e vi assicuro che 
la panna vegetale non la comprerete più.

Il metodo 1 è il mio preferito perchè non servono ingredienti strani, 
ma anche l'altro funziona bene.

Metodo 1con zucchero a velo
250 ml di panna
circa 30 gr di zucchero a velo

Montare quasi del tutto la panna e quando è praticamente 
pronta aggiungere lo zucchero a velo e finire di montare.
Non smonterà.


Metodo 2con gelatina
250 ml di panna
1/2 foglio di gelatina 3/4 gr
1 cucchiaio di latte

Prendete la panna e mettetela in un contenitore in freezer 
(ci deve stare solo il tempo per concludere i successivi passaggi)

Ammorbidite la gelatina nel latte. Dopo circa 10 minuti mettete la gelatina e il latte nel fuoco e girate sino a che la gelatina non si sarà sciolta per bene.
Fate freddare per un minutino e poi versala nella panna e monta tutto insieme.
Il latte con la gelatina non deve essere troppo freddo. La panna deve essere bella fredda e il latte tiepido.



Colorazione

Ho colorato con colori alimentari per avere colori tenui ma voi potete trovare alternative naturali per esempio il succo di mirtillo per avere un colore viola

Ho usato il rosso, il blu e l'avorio.

Per ottenere il primo colore chiare ho usato 2 gocce di avorio e 3 di rosso
Per avere il rosa più intenso 5/6 di rosso
Per il viola 7 di rosso 4 di blu e 2 di avorio

Ho fatto un pò di prove per avere delle rose e fiori e ho usato la punta 2D della Wilton

Si possono fare tantissime decorazioni con una sola punta.
Si possono anche mescolare più colori per avere fiori sfumati.

3 commenti:

  1. Utilissimi consigli :-) Grazie Camilla e grazie anche per la visita nel mio blog :-)
    A presto <3

    RispondiElimina
  2. Grazie dei preziosi consigli e complimenti per le decorazioni!!!
    Buona giornata!!

    RispondiElimina
  3. MOlto interessante, grazie!

    RispondiElimina