venerdì 15 giugno 2012

Riepilogo Crema pasticcera - tre versioni



La prima delle due ricette è quella di famiglia...si è questa è la crema che ha sempre fatto mio babbo nei suoi dolci e quindi lo ringrazio tanto per questa ricetta che non delude mai...

La seconda ricetta è più soda, per la presenza della maizena, perfetta per quelle ricette che chiedono una crema più densa, quasi budinosa.

La terza è di tavolartegusto, una crema oserei dire perfetta, assomiglia alla seconda ma è più delicata, budinosa ma allo stato giusto. Poi è cotta con metodo Montersino


Ricetta babbo

Ingredienti:
1 lt latte (si possono sostituire 5dl di latte con il marsala)
4 tuorli
100/120 gr zucchero
vaniglia o scorza di limone
50 gr farina
(o 100 gr maizena o
40 di farina e 20 di fecola)


In una ciotola mescolare con la frusta i tuorli e lo zucchero fino a renderli spumosi, aggiungere la farina mescolando.

Intanto scaldare il latte con l'aroma fino quasi al bollore, e aggiungerlo alle uova filtrandolo.

Mettere in una casseruola e piano piano sul fuoco, mescolare prima con la paletta e poi la frusta per 3/4 minuti, appena cambia colore è cotta.

Togliere dal fuoco e mescolare ogni tanto poi, appena freddata, mettere la pellicola a contatto e in frigorifero.

Per la versione al cacao
ho aggiunto 50 gr di cioccolato fondente e 3 cucchiai di cacao amaro


________________________________


La seconda è un po' più laboriosa ma ottima, è presa dal blog della ciliegina sulla torta, ormai la faccio spesso perché è proprio buona!

Versione budinosa

Ingredienti:
1 lt di latte intero fresco
1 baccello di vaniglia o la scorza di un limone
200 g di tuorli (circa 8) a temp ambiente
240 g di zucchero
80 g di maizena
80 g di burro a temp ambiente
8 cucchiai di rum scuro io ho usato l'aroma


Versare il latte in un pentolino, aggiungere il baccello di vaniglia tagliato a metà o la scorza di limone e portare a bollore.

Togliere dal fuoco e lasciare in infusione per almeno 30 minuti, filtrare il tutto. Lavorare i tuorli con lo zucchero senza montare il composto, unire la maizena setacciata e amalgamare.

Rimettere il latte sul fuoco e, prima che raggiunga il bollore, toglierlo dal fuoco ed incominciare a versarlo a filo nel composto di tuorli quando la metà del latte è stato versato,versare tutto il composto contenente i tuorli nel pentolino, assieme al latte rimasto.

Rimettere la pentola sul fuoco molto dolce e, mescolando di continuo con una spatola, portare a cottura la crema senza smettere di mescolare fino a quando non raggiungerà la giusta consistenza io avevo il termometro la temperatura deve raggiungere gli 82°C.


Versarla subito in un recipiente di vetro dopo 5 minuti circa verso i 50° unire il burro a pezzetti. Aggiungere il rum e mescolare, mettere della pellicola a contatto con la crema per non far formare la pellicina e far raffreddare


Per fare la crema al cioccolato ho aggiunto 2 cucchiai di nutella e un pò di cacao invece di mettere il rum

________________________________


Da Tavolartegusto con metodo Montersino

Tavolartegusto

Ingredienti:
Per 1 lt di Crema Pasticcera:

800 gr di latte intero fresco
200 gr di panna liquida fresca
12 tuorli medi freschissimi
300 gr di zucchero 200 gr
60 gr di farina ’00
40 gr di fecola di patate
1 cucchiaio di estratto di vaniglia bourbon



Montare a crema per 2′ circa i tuorli con zucchero e vaniglia. Aiutarsi con delle fruste elettriche per ottenere un composto chiaro, spumoso e gonfio.

Aggiungere farina e fecola al battuto d'uovo.

Amalgamare con le fruste elettriche fino ad ottenere un prodotto omogeneo,  liscio e perfettamente montato.

In un pentolino miscelare panna fresca e latte, portare ad ebollizione. 

Attenzione però a  non far bollire troppo i liquidi. Non appena si vedono le primissime bollicine, allontanare dal fuoco, versare velocemente nel latte la miscela di tuorlo e zucchero e riporre sul fuoco moderato.

A questo punto aspettate qualche secondo, il composto d’uovo galleggia in superficie sul latte senza scendere sul fondo, proprio grazie al fatto che la montata di tuorlo e zucchero ha inglobato aria sufficiente per permanere in superficie.

Basterà circa 1′ e appariranno in superficie dei “crateri” ossia bolle di latte che bucano la superficie di tuorlo e piano piano l’uovo si staccherà dai bordi della pentola lasciando  il posto al latte.

Bisogna aspettare che il latte sommerga le uova, girare con frusta a mano velocemente e spegnere subito dal fuoco.

Girando, si sente la crema immediatamente densa, allontanarla subito dal fuoco evitando così di cuocere il composto.


Ho messo la crema in una teglia a freddare con pellicola a contatto.



1 commento:

  1. la crema pasticcera è una vera delizia!
    Io vado matta per tutti i dolci con crema pasticcera;)

    Devo provare la versione con maizena.

    Ciao a presto

    Marianna

    RispondiElimina